• giovedì , 17 ottobre 2019

Come lavorare negli eSports

Il mondo degli eSports offre moltissime opportunità lavorative, tutto ciò che c’è dietro a questo ormai esportsfenomeno planetario viene gestito da tantissime figure professionali, chi è già del settore sa come muoversi e cambiare posizione durante gli anni, ma chi è completamente estraneo a questo mondo non ha idea di come lavorare negli eSports.

Se sei interessato agli eSports ma non sai da dove iniziare, devi tenere presente che sono disponibili tante posizioni, quella più affascinante è sicuramente il pro player, ma raggiungere certi livelli è difficile.

Se ami giocare ma vuoi provare a crearti un lavoro all’interno degli eSports, probabilmente conviene sviluppare altre competenze all’interno del mondo del gaming, senza smettere di divertirsi e migliorare i propri risultati.

In Italia, come nel mondo, ci sono vari corsi dedicati a coloro che vogliono lavorare negli eSports, non solo come giocatori, ma anche come programmatori, game design ed esperti di grafica 3D.

Sono queste le figure più ricercate in questo settore, tant’è che diversi Istituti tecnici hanno introdotto dei corsi di alternanza scuola-lavoro dedicati proprio al mondo del gaming.

Durante questi corsi si apprende tutto ciò che serve per essere dei professionisti specializzati in grafica e programmazione, si tratta di un’opportunità per approcciare in modo serio a un mercato che ha registrato un volume di affari superiore all’1,5 miliardi di euro nel 2018.

Per cui se si vuole lavorare nel mondo degli eSport bisogna frequentare dei corsi dedicati alle tecnologie per l’interattività e i videogiochi, che hanno come scopo finale, quello di professionalizzare gli studenti.

Il settore dei videogames e degli eSports è molto redditizio e offre tantissimi sbocchi professionali, l’80% dei programmatori che scelgono questo indirizzo trovano lavoro molto facilmente e i guadagni sono particolarmente alti.

A riprova di come il settore sia molto redditizio ed offra diversi sbocchi lavorativi c’è la decisione dell’Università di Staffordshire di aprire un corso di laurea in eSports.

Il corso è partito ufficialmente a settembre 2018 ed è incentrato sul business che si può generare in questo settore, gli allievi apprendono le tecniche più adatte per creare eventi che ruotano intorno agli eSports come League of Legends, Dota 2, Hearthstone, Counter Strike, Overwatch e Smash Bros.

Il corso di laurea ha una durata di tre anni, durante il primo anno si viene introdotti nell’industria eSports e si impara a fare le dirette streaming su piattaforme apposite come Twitch e a organizzare il primo evento per giochi “solitari” come Smash Bros.

Nel secondo anno di corso si deve sviluppare un evento per un gioco di team come League of Legends, mentre nel terzo anno, gli studenti dovranno lavorare con l’università per sviluppare un evento su larga scala.

La proposta formativa di Staffordshire non è la prima che viene lanciata per questo settore, negli USA ci sono già diversi collage che offrono corsi legati agli eSports al fine di formare gli studenti e permettergli di lavorare nel mondo legato ai videogames e all’organizzazione degli eventi che lo riguardano.

Related Posts