• martedì , 11 dicembre 2018

Stress ossidativo e la papaya fermentata

Contro lo stress ossidativo sono adottate più metodologie, ma vi sono anche delle risoluzioni offerte dalla natura stessa, è il caso della papaya fermentata, uno degli integratori naturali più diffusi e consigliati soprattutto durante i cambi stagione.papaya

Rivalutata grazie a recenti studi e progetti di ricerca, la papaya fermentata è considerata uno degli integratori più importanti per contrastare i radicali liberi, sui quali agisce in maniera diretta, abbattendoli e prevenendone la formazione ed ha come suo obiettivo principale rallentare l’invecchiamento e prevenire malattie cardiovascolari. Ma in cosa consiste nello specifico lo stress ossidativo?

Lo stress ossidativo può essere definito come la conseguenza diretta dell’azione dannosa esercitata da un numero eccessivo di radicali liberi sulle cellule e sui tessuti del nostro organismo.

Che altri benefici può apportare la papaya fermentata?

Tra i benefici che la papaya fermentata apporta al nostro organismo vi è sicuramente la sua funzione antiinfiammatoria a livello cellulare, una funzione antiossidante (derivante dal suo essere fermentata) e ultima, ma non meno importante, la sua funzione anti età.

Una sua corretta assunzione porta ad un aumento della concentrazione ed una maggiore lucidità mentale, per questo viene anche consigliata a studenti e uomini d’affari. Oltre ad essere considerata un valido aiuto nelle diete detox e purificanti, viene chiamata in campo prima dei freddi invernali o in casi di forte stress per le sue azioni immunomodulanti e antiossidanti.

Tra le vitamine e i minerali contenuti nella papaya ricordiamo la vitamina A, la vitamina C, la vitamina E e le vitamine del gruppo B, nonché il potassio che funge da drenante.

Sappiamo tutti che la papaya è un frutto esotico e non possiamo certo definirlo un alimento a chilometro zero, ma nei nostri supermercati, nei negozi esotici, nei mercati è disponibile in ogni mese dell’anno.

Bisogna ribadire però il concetto che una volta fermentata la papaya accresce ulteriormente le sue proprietà benefiche, oltre ad essere un rimedio contro la stanchezza, rende il sistema immunitario più forte, ha un effetto anti-age, aiuta la digestione, e non meno importante protegge il cuore e previene l’osteoporosi grazie al suo alto contenuto di flavonoidi, ovvero antiossidanti che hanno il potere di rinforzare e proteggere l’apparato cardiovascolare.

Al momento dell’acquisto, per constatare che sia matura al punto giusto, bisogna toccare la parte esterna rosso/ arancio, se risulta morbida va bene e va consumarla entro pochi giorni. Da evitare invece è la papaya verde e dura.

Related Posts