• sabato , 20 luglio 2024

Antiossidanti: perché fanno così bene al corpo

Gli antiossidanti sono sostanze importanti che aiutano a contrastare l’azione dannosa dei radicali liberi nel corpo (ovvero delle molecole instabili prodotte dal metabolismo o causate da fattori esterni come lo smog o i raggi UV) prevenendo, così, l’ossidazione cellulare. Tutto ciò può danneggiare le strutture cellulari come la membrana plasmatica ed il DNA, perciò sono coinvolti nei procesi di invecchiamento delle cellule e nello sviluppo di diverse patologie come tumori e malattie cardiovascolari

Il ruolo degli antiossidanti durante l’attività sportiva

Gli integratori a base di sostanze antiossidanti possono essere particolarmente utili durante l’attività fisica. Infatti, lo sport può aumentare la formazione di radicali liberi nel corpo, inantiossidanti naturali relazione alla durata e all’intensità dello sforzo. Durante l’esercizio, il corpo consuma più energia e brucia più ossigeno, portando alla produzione di specie reattive dell’ossigeno (ROS).

Il corpo risponde naturalmente producendo antiossidanti che fungono da barriera per contrastare l’azione dannosa dei radicali liberi. Tuttavia, in casi di attività fisica intensa, la produzione endogena di antiossidanti potrebbe non essere sufficiente per neutralizzare completamente i radicali liberi prodotti. Pertanto, gli sportivi potrebbero trarre beneficio dall’assunzione di appositi integratori dall’azione antiossidante, come quelli a base di ficocianina.

Gli antiossidanti fanno bene alla vista

Le sostanze antiossidanti sono anche preziose per la salute della vista, poiché possono proteggere gli occhi da potenziali problematiche che insorgono con l’avanzare dell’età o correlate a fattori esterni, compreso l’utilizzo frequente di dispositivi tecnologici come computer e smartphone. Gli antiossidanti, infatti, aiutano a neutralizzare i radicali liberi prodotti dallo stress ossidativo, riducendo così i danni cellulari e prevenendo il deterioramento della vista. Inoltre, permettono di proteggere le cellule della retina e limitare i danni derivanti da un’esposizione prolungata alla luce blu e dallo sforzo visivo.

Come assumere correttamente gli antiossidanti

Assumere antiossidanti non è una cosa difficile. Infatti, è possibile introdurre nel proprio organismo sostanze antiossidanti mediante due modi: o attraverso l’alimentazione oppure facendo ricorso ad appositi integratori.

Nel primo caso, tutto quello che occorre fare è ingerire cibi ricchi di antiossidanti come ad esempio la frutta e la verdura. Il mondo vegetale abbonda letteralmente di alimenti contenenti antiossidanti, viceversa, i prodotti animali ne contengono pochissimo. Pertanto, se si ha intenzione di integrare gli antiossidanti, è consigliabile non puntare su una dieta ricca di pesce o carne, bianca o rossa che sia. Nel secondo caso, invece, è necessario semplicemente acquistare un apposito integratore alimentare contenente antiossidanti, facilmente reperibili presso le farmacie.

Quali sono i cibi ricchi di antiossidanti

Per poter mantenere un corretto apporto di sostanze antiossidanti è fondamentale seguire un’alimentazione varia, che sia ricca di verdura e di frutta di diversi colori. Esistono in natura, infatti, svariati alimenti ricchi di antiossidanti che vengono distinti per colore.

  • Giallo/arancione: limoni, le arance, mandarini, pesche, peperoni.
  • Rosso: pomodori, arance rosse, ciliegie, rape, ravanelli, anguria;
  • Bianco, aglio, cipolle, finocchio, mele, sedano, pere, porri;
  • Viola/blu: uva nera, more, radicchio, susine, melanzane, fichi, ribes, prugne, more.

Ovviamente gli antiassodanti sono presenti non solo nella frutta ma anche in altri alimenti, come ad esempio i cereali, il cacao crudo, i legumi e molti altri ancora.

Related Posts

Leave A Comment