• martedì , 11 dicembre 2018

Guida all’acquisto: come scegliere la gelatiera

come scegliere la gelatieraPer gli amanti del gelato fatto in casa, la gelatiera, chiamata anche gelataia, è un elettrodomestico che non può mancare, prima di acquistarlo bisogna conoscere alcuni aspetti tecnici per evitare di fare una scelta sbagliata che non risponde alle giuste esigenze e aspettative.

In questa guida all’acquisto su come scegliere la gelatiera, spiegheremo le varie tipologie di gelatiere in commercio, alcune caratteristiche tecniche e come utilizzarle.

Tipologia di gelatiera

La scelta della gelatiera non deve dipendere solo da un confronto di prezzi, la prima cosa da determinare è la tipologia che ci serve, le differenze tra i modelli autorefrigeranti e quelli ad accumulo sono molte e profonde.

Gelatiera autorefrigerante

Questo modello è dotato di un compressore interno, dopo averlo collegata alla corrente elettrica viene avviato il loro “freezer”, in questo modo la lavorazione del gelato avviene a una temperatura costante senza eccessi tempi di preparazione. Solitamente nel giro di mezz’ora o un’ora il gelato è pronto per essere gustato.

Gelatiera ad accumulo

Il modello ad accumulo per il raffreddamento sfrutta il freddo creato dal freezer, è composto da contenitore e motore, il primo va tenuto in freezer per molte ore in modo da raffreddare il liquido refrigerante, mentre il motore si occupa di mescolare tutti gli ingredienti con una sorta di paletta.

Cestello

Per entrambe le tipologie di gelatiere, un componente strutturale è il cestello a cui bisogna prestare molta attenzione perché dà informazioni su quanto gelato si può produrre per volta.

Per cui la capacità è un aspetto essenziale, qualunque sia il tipo di gelatiere, la capacità media è di 1,5 l, sufficiente a produrre 800 grammi di legato, una dose sufficiente per sei persone.

Per uso singolo o per una produzione contenuta di gelato le dimensioni del cestello possono essere di 1 litri, che può arrivare a produrre fino a 500 grammi di gelato; mentre se si vuole produrre una grande quantità di gelato, la capacità giusta è di 2 litri che corrisponde a 1 kg di gelato.

Infine, ci sono alcune gelatiere ad accumulo che dispongono di doppio cestello, uno fisso e uno removibile per preparare due gusti nel giro di poco tempo.

Velocità e capienza

Tra gli aspetti importanti da valutare ci sono la velocità e la capienza. Che tipo di utilizzo ne dovrete fare? Quante persone amano il gelato fatto in casa? In base alle proprie esigenze è possibile scegliere gelatiere con capienze sostanziose, alcuni modelli permettono di ottenere più di 2kg di gelato in una sola sessione.

Anche la velocità incide sulle prestazioni finali e può essere utile se bisogna preparare del gelato per un buon numero di persone, infatti più la gelatiera è veloce e più sarà possibile ottenere una quantità maggiore in un lasso di tempo inferiore.

Quanto consumano? Quale gelatiere sono più convenienti?

I due tipi di gelatiere hanno differenze di consumi e di prezzo, se si acquista un modello con compressore, il costo è elevato, spesso supera le cento euro, così come i consumi al punto da dover valutare bene quanti elettrodomestici possono funzionare insieme contemporaneamente.

Sicuramente, i consumi elevati sono giustificati dalla possibilità di avere un gelato pronto in meno di un’ora senza alcuna preparazione antecedente.

I modelli ad accumulo hanno un costo molto più contenuto e il motore consuma poco, non ha nessun impatto sulla bolletta elettrica, ma hanno bisogno di essere programmati anticipatamente e possono essere usati solo una volta al giorno.

Manutenzione

Questo elettrodomestico ha bisogno di manutenzione periodica, ogni volta che viene utilizzata per la preparazione del gelato va lavata in ogni sua parte, utilizzando generalmente dell’acqua e del sapone per piatti.

Il consiglio è quello di attenersi alle istruzioni riportate all’interno del prodotto che avete acquistato, saranno indicati i prodotti da utilizzare la metodologia per una corretta manutenzione.

Solitamente questi elettrodomestici sono realizzati con materiali di qualità, si presentano molto robusti e sono creati per affrontare diverse ore di lavoro, ma in caso sul mercato sono disponibili una serie di ricambi gelataia che permettono di intervenire sul proprio modello, piuttosto che sostituirlo.

Come usare una gelatiera

A questo punto vorrete sapere come realizzare un gelato artigianale fatto in casa utilizzando una gelatiera, di seguito vi spiegheremo i vari passaggi da seguire.

Molte gelaterie, per una questione di praticità, ma anche per contenere i costi, utilizzano alimenti in polvere per la preparazione dei gelati, se volete ottenere un prodotto gustoso e fresco il primo consiglio è quello di acquistare ingredienti freschi.

Il passo successivo consiste nel disporre tutti gli ingredienti necessari che possono essere scelti a seconda del proprio gusto, dunque latte, panna, frutta, acqua, cioccolato e tutto ciò che pensate possa servirvi, solitamente ci si attiene a una ricetta specifica.

Gli ingredienti preparati vanno miscelati, la miscelazione può avvenire a freddo o a caldo, nel caso in cui, per esempio, nella ricetta ci vadano le uova, sarà fondamentale farla a caldo.

Per effettuare la miscelazione a caldo, che è quella che solitamente viene eseguita dalle gelaterie artigianali, bisogna avere una certa maestria, inizialmente potreste non avere subito risultati perfetti, ma col passare del tempo acquisirete la pratica.

Dopo che la miscela è pronta, bisogna farlo mantecare, in questo caso la domanda da porsi è. La gelateria è autorefrigerante o no? Se non lo è, bisogna lasciare la miscela nel congelatore alcune ore, se invece è autorefrigerante, questo passaggio può essere saltato. Inoltre, se si è fatta una miscelazione a caldo, bisognerà prima far raffreddare il composto e poi metterlo un paio di ore nel frigorifero.

Dopo che è trascorso il tempo necessario, il composto va versato nel cestello della gelatiera per fare la mantecazione, la durata del processo di lavorazione varia a seconda della ricetta e degli alimenti, ma solitamente bisogna attendere un tra i 20 e i 50 minuti.

Quando la gelatiera ha terminato il suo lavoro, il gelato probabilmente sarà ancora troppo morbido, per questo motivo il consiglio è quello di metterlo una mezz’ora nel congelatore prima di mangiarlo.

Related Posts