• giovedì , 21 marzo 2019

I prodotti più utilizzati per realizzare gli impianti elettrici

Il materiale elettrico comprende tutto ciò che serve per realizzare un impianto elettrico civile e industriale, permette il corretto funzionamento di citofoni, televisori, sistemi di allarme e tutto ciò che utilizza l’elettricità per funzionare.

Ci sono tantissimi negozi che vendono materiale elettrico online, approfondiamo il discorso andando alla scoperta di tutti i prodotti che rientrano nell’ambito del materiale elettrico necessario per far funzionare l’impianto.

Accessori per gli impianti elettrici

Le scatole di derivazione rientrano nel materiale elettrico, da utilizzare per gli impianti in muratura, materiale elettricoper pareti leggere, da esterno da incasso.

Alla scatola di derivazione arrivano tre cavi provenienti dall’interruttore differenziale, al suo interno poi ci sono altri collegamenti realizzati con appositi morsetti che diramano la corrente in altre direzioni.

Le scatole di derivazione da esterno sono sia quadrate che rettangolari, possono essere di varie forme e dimensioni; le scatole da incasso sono presenti in tante varianti, facili da installare, risultano invisibili sulle pareti, ma hanno anche un’ampia scelta di coperchi che vengono fissati con dei tasselli per installarli rapidamente.

Le scatole portafrutto sono indispensabili per contenere le prese, gli interruttori e per qualsiasi apparecchio di comando o di segnalazione adattabile, sono un elemento fondamentale per l’impianto elettrico e possono essere coperti con dei tappi appositi.

Le scatole portafrutto di ultima generazione per pareti con cartongesso, grazie a delle membrane elastiche, permettono un montaggio molto più semplice e con maggiore rapidità, offrono un perfetto isolamento termico.

La posa dei tubi protettivi

La posa dei tubi protettivi rientra nelle prime fasi per realizzare un impianto elettrico, chi deve effettuare l’installazione deve aver cura di scegliere i tubi protettivi giusti per realizzare i vari impianti elettronici e di comunicazione. Non esistono delle normative specifiche per ciò che riguarda il codice dei colori dei tubi protettivi, tuttavia è presente una norma, la CEI 64-8, che dice che i tubi protettivi arancioni possono essere usati solo se annegati in materiali non combustibili.

Rientrano nel materiale elettrico alcuni tubi di varie tipologie, da scegliere dalla sezione adatta in base alla quantità di casi che dovrà contenere, le misure più usati per realizzare impianti civili sono 16, 20 e 25 mm di diametro; per i cavi che partono dal contatore al box generale servono tubi da 32 mm.

I tubi corrugati o flessibili in polivinile e i tubi in PVC sono tra i più utilizzati: i primi vengono usati per la maggior parte all’interno di tracce ricavate nei muri o passati sotto i pavimenti, per cui prendono anche il nome di tubi corrugati sottotraccia, realizzati in materiale flessibile.

Dono disponibili in commercio in diverse colorazioni, rendono semplice la distinzione tra cavi da passare all’interno, tra cui quelli di luce, telefono, citofono, prese, antenne, impianti antifurto…Esistono anche quelli a doppia parete che si usano soprattutto per gli impianti industriali.

Per fissare i tubi occorrono fascette fissatubo, chiamate anche collari, venduti in acciaio zincato e in acciaio inossidabile, utili nell’installazione dell’impianto elettrico.

Questi sono solo alcuni dei prodotti che rientrano nei materiali elettrici, ma la disponibilità è davvero molto ampia.

Related Posts