• sabato , 21 luglio 2018

Come rendere confortevole la vita all’aperto del cane

recinto per caniMolte persone non amano avere il cane dentro casa e preferiscono lasciarlo in giardino, ma quali sono le regole da rispettare affinché il nostro amico a quattro zampe viva bene all’aperto?

Sicuramente il giardino è un buon posto per lui, ma bisogna che vengano rispettate alcune regole e soddisfatte le sue esigenze, di seguito cerchiamo di capire quali sono le prime cose da fare per rendergli la vita all’aperto molto confortevole.

Di cosa ha bisogno?

Partiamo dalla base, ovvero da cosa serve per il suo benessere quotidiano: ovviamente la prima cosa che ci viene in mente è la cuccia. Potete acquistarla o costruirla da voi, io consiglio il legno o il materiale composito, mentre tralascerei quelle in cemento, caldissime in estate e freddissime in inverno.

In commercio ci sono molte cucce realizzate con materiale plastico solido che assicurano un buon comfort termico in ogni stagione, ma anche il legno è una buona alternativa, però deve essere trattato e il cane non deve rosicchiarlo.

Se volete sapere come riscaldare una cuccia, esistono diverse lampade termiche e sono in fase di sviluppo anche dei piccoli pannelli solari da installare sul tetto e una serpentina che irradia moderatamente il calore, un vero impianto di riscaldamento per il nostro cucciolo.

A meno che non faccia un freddo eccessivo, il cane riesce a stare tranquillamente all’esterno per tutto l’anno.

Nel caso in cui state pensando di chiudere il cane in un recinto, dovete posizionarlo in una zona ombreggiata per il sole estivo e sotto una tettoia in caso di pioggia, oppure acquistare uno dei tanti recinti per cani dotati di copertura fissa o rimovibile.

Inoltre, bisogna assicurare al cane la possibilità di uscire ogni giorno e sfogarsi e interagire con altri cani o con le persone, non  deve essere dimenticato nel recinto, si tratta di un animale molto sociale e socievole e come tale, sente il bisogno di attenzioni.

Il recinto deve essere di grandi dimensioni e realizzato con materiali resistenti, appositi e rigorosamente nuovi, evitare reti arrugginite o legname marcio.

Non deve mai mancare la ciotola dell’acqua vicino alla cuccia, non basta riempirla ogni giorno per stare apposto, va lavata tutti i giorni, sia d’estate che d’inverno e messa in un luogo riparato. In estate non lasciarla al sole, potrebbe diventare calda nel giro di pochi minuti, preferire le ciotole in metallo, più igieniche e resistenti rispetto a quelle in plastica.

La ciotola destinata al cibo non va lasciata tutto il tempo nel recinto vicino alla cuccia, ma tirata fuori solo quando è il momento dei pasti, in questo modo si eviterà che il cane la distrugga giocandoci o mordicchiandola.

Uno dei rischi che si ha lasciando il cane fuori è quello della fuga dai cancelli, per scoraggiarlo bisogna rivolgersi a un buon educatore che gli insegni alcuni comandi come “resta”, quando si presentano occasioni del genere.

Essendo un animale molto abitudinario, per educarlo basterà ricreare la situazione più volte aumentando la difficoltà di esecuzione per arrivare al risultato, si può iniziare anche tenendolo al guinzaglio.

Related Posts