• martedì , 9 marzo 2021

L’illuminazione a risparmio energetico per interni

Il risparmio energetico è diventato una priorità soprattutto nel settore delle costruzioni. E l’illuminazione, in tal senso, ha un grande rilievo in quanto ha un’incidenza che può arrivare fino al 15% sui consumi elettrici.

Ma come illuminare gli interni all’insegna del risparmio energetico?

Oggi illuminare la nostra casa tenendo d’occhio il risparmio energetico è facile se si fanno le scelte giuste. Scelte che includono articoli adatti (lampadine, prese intelligenti, sensori di the-interior-of-the-428657_1920presenza), ma anche comportamenti adeguati (illuminazione solo quando è necessario). Talvolta, sono proprio i comportamenti scorretti a sbilanciare i consumi. Una luce troppo intensa dove non occorre, una luce accesa quando non serve.

Oggi, la tecnologia ci viene incontro non solo con lampadine a basso consumo, ma anche con sistemi volti a scongiurare i comportamenti sbagliati. Ci sono poi dispositivi come quelli della serie  Bticino living che mirano a ottimizzare l’impianto elettrico e a migliorarne le performance.

Progettare in modo adeguato l’illuminazione è il primo passo per avere una casa all’insegna del risparmio. Sfruttare la luce naturale, illuminare adeguatamente le diverse aree della casa, sfruttare la tecnologia, ad esempio, attraverso l’impiego di sensori di luminosità.

Il binomio comportamenti corretti e prodotti adeguati, rappresenta la formula vincente  per illuminare gli interni risparmiando. Vediamo nel dettaglio come illuminare la casa risparmiando.

Le lampade a risparmio energetico

La prima soluzione da adottare se si vuole avere una casa volta al risparmio sono le lampadine a risparmio energetico. Esistono diverse tipologie di lampadine a basso consumo, tra tutte spiccano le lampade a LED che offrono vantaggi economici e funzionali e sono perfette anche a  livello estetico. La lampada giusta e la luce giusta nel posto giusto, sono quindi il primo passo da compiere.

Le prese intelligenti

Le prese intelligenti sono validissime alleate per illuminare la casa all’insegna del risparmio energetico. Permettono di attivare o disattivare la corrente, anche da remoto,  attraverso il wi-fi o sfruttando la connessione dati dello smartphone.

Le prese intelligenti consentono di accendere luci difficili da raggiungere, permettono di   impostare orari e giorni di accensione e spegnimento di determinati apparecchi, e di visualizzare i consumi energetici.

Sensori di presenza

I sensori di presenza si rivelano molto utili negli ambienti che vengono utilizzati sporadicamente come  cantine,  lavanderie, locali di servizio. I sensori di presenza,  rilevano anche i micro-movimenti, evitano lo spegnimento indesiderato, ma lo garantiscono nel momento in cui si esce  dagli ambienti dove sono installati.

La domotica quindi ci viene incontro per avere una casa ben illuminata ed improntata verso il risparmio energetico, ma è fondamentale abbinare il buon senso, perché la prima forma di risparmio parte proprio dai nostri comportamenti.

Related Posts

Leave A Comment