• venerdì , 21 febbraio 2020

Come organizzare una scampagnata in montagna

Lavoro, famiglia e vari impegni della vita quotidiana portano spesso a vivere momenti particolarmente stressanti. Quale miglior modo per staccare la spina, se non una bella scampagnata in montagna? Particolarmente apprezzate dagli amanti della semplicità, della natura e dell’avventura, le vacanze in montagna rappresentano un vero e proprio momento di libertà per tutti coloro che desiderano vivere degli attivi di puro relax.  Ma come si organizza una scampagnata in montagna? Scopriamolo assieme!

Come organizzare una scampagnata in montagna

C’è chi ama la montagna e chi il mare. In ogni caso l’importante è andare in vacanze. Vero e proprio scampagnata in montagnaspettacolo della natura, entrambe le opzioni offrono la possibilità di fare delle belle e lunghe passeggiate, mentre si viene avvolti da un’atmosfera davvero affascinante.

Onde evitare possibili problemi, però, è fondamentale che l’escursione venga organizzata e pianificata nei minimi dettagli. Prima di tuffarvi in questa splendida esperienza, infatti, vi consigliamo di prendere informazioni utili in merito e scegliere accuratamente percorso e meta, in base alle vostre capacità.

In particolare, abbiate l’accortezza di valutare gli itinerari possibili da percorrere, tenendo in considerazione il tempo necessario ed il loro grado di difficoltà.

A questo punto preparate tutto l’occorrente, a partire ovviamente dallo zaino. Quest’ultimo deve contenere tutto il minimo necessario. Tra gli oggetti indispensabili si annoverano: occhiali da sole, vestiti di ricambio, creme protettive, coltello multiuso, documento di riconoscimento, torcia, bussola, cartina con itinerario, ma anche cellulare, cibo, soldi e acqua.

Da non dimenticare, poi, il minimo necessario per il primo soccorso, come cerotti, disinfettanti e bende.

L’importanza dei bagni chimici

Spinti da una grande capacità di adattamento, la voglia di chi organizza una scampagnata in montagna è quella di immergersi nella natura e vivere dei giorni all’area aperta. A differenza di quanto si possa pensare, però, non è sufficiente prendere una tenda ed uno zainetto, ma anche in questo caso è fondamentale prestare attenzione ai minimi particolari.

Inoltre, non dimenticate che la tenda è solamente una delle soluzioni disponibili. Potete ad esempio, dormire in bungalow, case mobili o addirittura chalet. Un modo alternativo per fare una scampagnata è quello di partire in camper. In questo caso vi consigliamo di non dimenticare l’importanza dei bagni chimici.

Quest’ultimi si rivelano essere fondamentali per chi desidera trascorrere una vacanza all’insegna della tranquillità, evitando qualsiasi tipo di problematica. Tra queste ovviamente la necessità di andare in bagno.

Facili da trasportare e collocare su qualsiasi tipo di superficie, i bagni chimici si presentano come la soluzione giusta per ambienti dove non vi sono servizi igienici. Tra questi vi sono alcuni posti di montagna, dove questa tipologia di sanitari si rivela essere la soluzione giusta.

 

Grazie all’azione di appositi agenti chimici, infatti, sono in grado di disinfettarsi anche quando non è indisponibile l’accesso al sistema fognario.

Viste queste caratteristiche è facile capire perchè si rivelino essere un valido alleato delle scampagnate in montagna.

In genere il peso medio di un bagno chimico da vuoto è pari a quattro chili e può contenere un volume d’acqua compreso tra 10 e 20 litri.

Allo stesso tempo è bene sottolineare come i bagni chimici non risultino particolarmente ingombranti e per questo è possibile trasportarli ovunque si desideri, come ad esempio in campeggio oppure in barca.

Per finire, ricordiamo, vi è un’apposita spia che segnala quando è giunto il momento di svuotare il serbatoio nelle apposite aree destinate. Il mix perfetto per trascorrere delle vacanze all’insegna della sicurezza e tranquillità. Provare per credere!

Related Posts