• lunedì , 22 ottobre 2018

Come scegliere il DJ giusto per la propria festa o cerimonia

Siete alla ricerca di un buon DJ che animi il vostro matrimonio o le vostre feste ma non sapete come muovervi per scegliere quello giusto? Il rischio di imbattersi in DJ improvvisati è molto alto, se siete alla ricerca di professionisti del settore dovete sapere quali sono le domande da fare e come muovermi.

dj festa

Trovare il DJ giusto che sappia mettere la migliore musica nel momento dei balli e nelle varie fasi della serata è fondamentale se si vuole offrire divertimento agli invitati.

Prima di contattare un DJ bisogna, quindi, tenere in considerazione una serie di elementi, bisogna avere una sorta di schema da seguire che faciliti la ricerca.

Si inizia col creare un elenco di nomi, che stiate cercando un Dj a Roma, Milano, Napoli o in qualunque altro luogo d’Italia, internet resta lo strumento migliore per trovare i migliori professionisti del settore.

Dopo aver stilato una lista di DJ, il passo successivo è quello di organizzare dei colloqui con loro, è importante sapere se si tratta di professionisti specializzati in musica per cerimonie o per eventi privati, in questa fase bisogna fare attenzione a valutare attentamente gli esperti dagli intrusi che vogliono solo improvvisarsi, senza assicurare qualità del servizio.

Per conoscere meglio il DJ che avete davanti fate domande, chiedete di parlarvi del loro lavoro, delle attrezzature che usano, della musica che suona e come animano le serate, se possibile, chiedete di ascoltare qualche esempio della performance che offrono.

Non dimenticate di chiedere il repertorio musicale e scegliete con lui quale musica volete ascoltare il giorno del vostro matrimonio o della festa che avete organizzato, chiarite ogni dettaglio scegliendo i momenti in cui la musica deve esserci e quando no, stabilendo anche il genere nelle varie fasi.

Un DJ professionista lo si riconosce anche dalle attrezzature, scegliete sempre chi ha quelle professionali, mentre sono da scartare coloro che hanno strumenti casalinghi o di fortuna.

A questo punto, dopo aver scelto il DJ, fatevi fare un contratto scritto con inclusa la descrizione dettagliata di tutti i servizi concordati come attrezzature, ore di lavoro, tipo di lavoro e la specifica dei servizi che non vengono garantiti in modo da provvedere diversamente.

Fate inserire il costo del servizio, la modalità di pagamento e la scadenza; verificate che abbia una P.Iva e un’assicurazione di responsabilità civile, un dettaglio che molti trascurano, ma in caso di incidente durante le ore di lavoro, a risponderne sarebbero gli sposi o chi ha deciso di organizzare la festa.

Insomma, scegliere un DJ per la cerimonia o la festa non è così semplice e scontato come si possa pensare, non basta contattare la prima persona che si trova e accordarsi telefonicamente, se non volete rischiare di fare brutta figura o ritrovarvi spiacevoli sorprese, dovete seguire i consigli che vi abbiamo appena dato, in questo modo potrete godervi il party senza pensieri.

Ricordate, successo di una festa per il 50% è dovuto all’intrattenimento, mentre per l’altro 50% alla qualità del cibo e delle bevande.

Related Posts