• mercoledì , 30 novembre 2022

Come registrare un marchio

Generalmente il marchio viene apposto sul prodotto, oppure è visibile nella fruizione di un servizio di una specifica impresa. Sia la giurisprudenza nazionale che quella comunitaria hanno riconosciuto che il marchio può svolgere diverse funzioni, tra cui distintiva, di qualità, di comunicazione, pubblicitaria e di investimento. Data l’importanza oggettiva di un marchio, nelle prossime righe vedremo come registrarlo.

Marchio: cos’è? Quali funzioni ha?

Il marchio può essere distinto tra generale e speciale. Nel primo caso un’impresa lo utilizza per tutto l’assortimento dei suoi prodotti o servizi, mentre nel secondo per un prodotto o unbusiness-g76e0a0ef1_1280 servizio specifico. Ltre a questa differenziazione, ne troviamo un’altra, ovvero quella tra marchi di fabbrica, marchi di commercio e marchi di servizio. I primi riguardano i produttori di un determinato prodotto, i secondi sono destinati a chi vende un prodotto e i terzi a chi offre un servizio.

Nella scelta del segno distintivo, quindi, l’imprenditore dovrà considerare quale immagine e informazioni vorrà trasmettere al consumatore mediante i propri prodotti o servizi. In questo modo potrà distinguersi dalla concorrenza. Ad ogni modo, il marchio ha differenti funzionalità, ovvero:

  • Il marchio comunica al consumatore l’origine imprenditoriale del prodotto o servizio.
  • Di qualità. Nel momento in cui si associa un determinato segno ad una impresa, il cliente può collegare qualità o caratteristiche a un prodotto o servizio sul mercato. Questo accade molto spesso con i brand del lusso.
  • Di comunicazione. Il riferimento riguarda qualsiasi altra informazione possa essere espressa dal marchio utilizzato.
  • Il marchio può attirare i consumatori verso determinati prodotti o servizi.
  • Di investimento. In questo caso il marchio ha il potere di accrescere reputazione e attrattiva di un imprenditore.

Come registrare un marchio

La domanda di registrazione di un marchio può essere inoltrata direttamente o da un soggetto rappresentante. L’interessato può richiedere tale registrazione attraverso un deposito postale o recandosi direttamente in Camera di Commercio. Se la persona possiede una firma digitale, può anche procedere mediante deposito telematico. Ma perché registrare un marchio? Di seguito i motivi principali:

  • Tutela per il valore commerciale del brand. Registrare un marchio d’impresa permette al titolare di far fruttare gli investimenti affrontati per affermare un prodotto o un servizio sul mercato, acquistando un monopolio sull’uso di un preciso segno per prodotti o servizi specifici. In questo modo può impedire a terzi di usare segni simili o uguali nello stesso segmento di mercato.
  • Creazione di un perimetro di protezione per il titolare. La registrazione del marchio permette al titolare di difendersi da brand concorrenti sul mercato che potrebbero creare confusione per i consumatori o persino danneggiare la reputazione del titolare stesso.

A questo punto sarà sicuramente più chiaro quanto sia importante depositare un marchio, fermo restando che in questo articolo abbiamo affrontato solamente alcuni dei tanti aspetti che gravitano intorno a questa azione. In un contesto di questo tipo, assume una grandissima importanza una consulenza sviluppo impresa, come quella proposta da Sportello Innovazione. Si tratta di un importante servizio capace di offrire all’imprenditore un prezioso supporto durante tutta la vita della sua organizzazione, compresa la delicata fase della registrazione di un marchio.

Related Posts

Leave A Comment