• mercoledì , 30 novembre 2022

Qual è la differenza tra separazione e divorzio?

Separazione e divorzio sono diversi. Parliamo di due scelte collegate tra loro, ma con numerose differenze di tipo sia relazionale, legale e fiscale. In linea di massima possiamo dire che la separazione è sostanzialmente una decisione momentanea, presa in attesa di una possibile riappacificazione, oppure di un definito divorzio. Nelle prossime righe, dunque, vedremo insieme i principali aspetti di entrambi.

Separazione:cos’è?

La separazione è il primo step verso il definitivo scioglimento del matrimonio. In assenza di una separazione, infatti, non si può procedere con il divorzio. Questo significa che rispetto a quest’ultimo, la separazione è una situazione momentanea, con due finali possibili: il ricongiungimento della coppia o in alternativa il divorzio effettivo. La separazione, infatti, nonseparazione divorzio prevede che la coppia metta fine al matrimonio, ma in realtà è come se lo sospendesse.

In tale situazione i due coniugi non hanno l’obbligo di vivere nella medesima casa, e nemmeno a mantenere il vincolo di fedeltà. Esistono diverse tipologie di separazione:

  • Separazione consensuale. Con la separazione consensualei due coniugi possono accordarsi in comune, di fronte al sindaco.
  • Separazione giudiziale. Con la separazione giudizialesi rende necessario un accordo davanti ad avvocato e giudice.
  • Separazione di fatto. Questo terzo tipo di separazione  non prevede accordi né consensuali né giudiziali. Ciò significa che si tratta solamente della scelta di una delle due parti di separarsi e andare via di casa.

Cos’è il divorzio?

Il divorzio è il definitivo scioglimento del matrimonio, ovvero un’istituzione giuridica che attesta il termine effettivo del rapporto matrimoniale. Per divorziare è fondamentale recarsi da un giudice insieme a un avvocato divorzista. Esistono due diverse tipologie di divorzio:

  • Congiunto. Entrambi i coniugi sono d’accordo sulle condizioni.
  • Giudiziale. In questa seconda ipotesi i due coniugi non hanno raggiunto un accordo.

Nel nostro Paese il divorzio è legale dal 1970. Da quel momento in poi il numero di divorzi è andato aumentando, soprattutto nel 2015, quando sono diventati possibili i divorzi e le separazioni brevi. Le tempistiche tra separazione e divorzio dipendono dalla procedura scelta dai due coniugi. Il divorzio breve, ad esempio, consente di divorziare in soli sei mesi dopo la separazione consensuale. Per la giudiziale, invece, occorre un anno.

Separazione  e divorzio: differenze

La differenza sostanziale tra separazione e divorzio risiede nel fatto che con la prima i due soggetti sono ancora considerati coniugi, mentre con il divorzio tale legame è da considerarsi sciolto in via definitiva. Ciò comporta che se due coniugi sono separati, non hanno la possibilità di risposarsi, ma possono comunque intraprendere un’altra relazione. Due coniugi separati, inoltre, possono tornare insieme senza doversi sposare nuovamente.

Al contrario, se una coppia divorziata vuole tornare insieme, dovrà sposarsi nuovamente. Separazione e divorzio, inoltre, comportano anche una gestione differente per quanto concerne gli assegni di mantenimento ed eventuale affidamento di figli. A cambiare sono anche i costi tra separazione e divorzio, dal momento che una separazione consensuale ha costi decisamente inferiori a una giudiziale, che invece è una causa a tutti gli effetti. Lo stesso discorso è valido anche tra divorzio congiunto e giudiziale.

Related Posts

Leave A Comment